Chiara Maci su Instagram

chiara maci su instagram-visibility reseller
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Chiara Maci, o come ama farsi chiamare sul suo profilo Instagram, “Chiara in pentola”, è il felice caso di un giovane e brillante talento che dal blog è arrivata alla televisione, per poi conquistare anche i social. Insomma, una web-star “di ritorno”, potremmo simpaticamente affermare. Eppure è andata proprio così. Il pubblico generalista l’ha conosciuta proprio in TV, nel trittico di giurati del cooking show condotto dal noto chef toscano Simone Rugiati. Ma oggi? Scopriamo tutto insieme!

Chiara Maci su Instagram

Come dicevamo poco fa, Chiara è definibile una “influencer di ritorno”. La sua storia personale comincia col blog, e prima ancora, una volta conseguita la Laurea in Giurisprudenza ed un Master in Comunicazione, con un impiego nell’area marketing di Sky. 

Dunque, assieme alla passione per la cucina che ha saputo rendere la propria professione, Chiara Maci conosce bene le tecniche del marketing e, da autrice e fondatrice del proprio blog, anche di ciò che riguarda la comunicazione SEO. Ma diamo uno sguardo al suo profilo Instagram. 

Tanto per cominciare, vi spieghiamo noi l’origine del nome profilo “Chiara in pentola”. Non si tratta di un vago riferimento alla passione e alla conoscenza della cucina. Tutto parte proprio da quel blog, che non era soltanto di Chiara, ma creato e gestito assieme alla sorella, Angela Maci. Indovinate un po’ come si chiamava questo blog? Per chi lo avesse pensato, sì bravissimi: “Sorelle in pentola”!

Ma quanti follower ha in questo momento la nostra Chiara Maci? 616248, un numero altissimo, più di mezzo milione in sostanza. Considerando quanta attenzione generalmente sui social attirano influencer non legati ad una specifica professione artistica o comunicativa, ma che fanno product placement soprattutto per la bellezza, è un ottimo risultato.

Chiara Maci e un Instagram pieno di personalità!

La nostra Chiara mette immediatamente le cose “in chiaro” (povere Chiara del mondo, chissà quante ne sentiranno in vita loro di battute così!) a partire dalla frase che utilizza nelle sue info profilo: “Di una risata, due mani sporche di farina e un buon calice di vino, ne ho fatto uno stile di vita.” Davanti a una dichiarazione d’intenti così gioiosa e sincera in maniera disarmante, fa ancora più bene al cuore osservare lì accanto, nella stessa parte alta della schermata, la sua foto profilo in cui appare sorridente.

Continuando, come URL abbiamo, naturalmente, il suo sito internet, dove propone ricette di cucina ma non solo: un excursus molto ben curato e diviso per sezioni in cui si toccano differenti tematiche legate al cibo e agli eventi che vi girano intorno, oltre a diverse riflessioni della stessa Chiara.

Una parte che ci piace davvero, ed è indicativa dell’attitudine comunicativa e della solarità di Chiara Maci sono le stories. A partire dal layout che ha scelto: uno sfondo color lavagna, in perfetta linea con quello scelto per il proprio sito, con scritte bianche dal carattere molto snello e agile… come scrivere sulla lavagna della propria cucina! Quali sono i contenuti di queste storie, nel dettaglio?

Chiara Maci, la storia tra le stories

Una volta dato uno sguardo al format che Chiara ha scelto per la sezione Stories, rendiamo giustizia a chi ha saputo far valere prima il contenuto del “contenitore” e… sbirciamo insieme cosa c’è dentro! Il grande pregio di Chiara Maci è la capacità di proporsi in maniera totale, senza riserve, ma riuscendo a mantenere un equilibrio intelligente tra privato e lavoro.

Chiara Maci su Instagram- Visibility Reseller

Chiara Maci su Instagram- Visibility Reseller

Per spiegare molto meglio ciò che intendiamo con equilibrio intelligente tra privato e lavoro, vi facciamo un esempio. La sezione delle storie “New Home” è tutta dedicata al work in progress della casa in cui è andata ad abitare con la sua famiglia ad inizio anno.

In essa, Chiara Maci condivide non soltanto aggiornamenti sull’avanzamento dei lavori, ma anche domande, dubbi e idee riguardo la sistemazione degli ambienti e progettazione. Coinvolge in maniera simpatica e rende partecipi gli utenti di qualcosa di normale che fa parte della vita di tutti.

Continuando a scorrere di poco le stories troviamo invece “LIAM 2”, contenente la promo della seconda stagione del suo programma itinerante sulle tipicità gastronomiche “L’Italia a morsi”, in onda su “Food Network”. Non di meno, troviamo la story “Shop on line”, dove promuove bag da mare, tovagliette americane e altri prodotti homemade, così come “Aria di casa” che ci aggiorna sulla progettazione della attuale abitazione di Chiara, ma attenzione…

Chiara Maci: non tutto è solo spontaneità su Instagram

Vi abbiamo lasciato con la suspance a proposito della story “Aria di casa”, ma perché, vi starete domandando. Nel video, Chiara Maci ci parla della sua scelta in merito alla distribuzione dei climatizzatori, niente di strano, sta condividendo un pezzo della propria vita. Giusto? Sì e no, in verità.

La risposta per sciogliere questo nodo è nel video stesso, in basso sulla destra, dove si trova il testo… E cosa troviamo laggiù, scritto in blu? Hashtag e perfino shoutout al profilo di una notissima marca internazionale di climatizzatori!

Insomma, e certamente non c’è da farne una colpa, anche Chiara, come ogni influencer che si rispetti, sa trasformare se stessa e il proprio quotidiano in uno strumento per realizzare product placement attraverso una narrazione: il prodotto diventa il bisogno utile nella vita quotidiana per cui esso stesso è stato progettato, la proposta di acquisto diventa uno spaccato di normalità. Questo è il senso vero del creare equilibrio tra privato e lavoro… su Instagram.

Ma c’è anche dell’altro, sempre nelle sue storie…

Chiara Maci e le storie fatte per creare community

Una grandissima trovata di Chiara è stata, come vi abbiamo spiegato, la capacità di gestire ottimamente le stories per concentrarvi lì la maggior parte del suo universo “business”. Frutto, senza ombra di dubbio, del suo background formativo in marketing e comunicazione. Ma non c’è solo “product placement” nella proposta di una fruizione narrativa che, per quanto coinvolgente, è definibile tecnicamente come passiva.

Abbiamo infatti dato un’occhiata alla storia intitolata “My Project”. Qui, Chiara Maci spiega come “interagire” con lei. L’iniziativa, molto simpatica, riguarda l’invio al profilo di Chiara delle proprie liste della spesa, fotografate e poi editate con l’hashtag del suo profilo. Le liste vincitrici saranno d’ispirazione per le ricette di cucina che Chiara Maci realizzerà, ma non è tutto. I fortunati estratti riceveranno anche degli utilissi coupon per la spesa. 

In questo caso non si è solo dei follower, ma attraverso una competition si è davvero parte attiva di qualcosa. Contribuire a ispirare il proprio influencer ricevendo in cambio dei voucher per la spesa, cosa c’è di meglio!

Chiara Maci e i suoi post Instagram

Infine, se Chiara riesce a esprimere così tanto attraverso le stories, ha quindi modo e spazio da concedersi per dar vita ad una dimensione più squisitamente personale attraverso le pubblicazioni, in tutto, ad oggi, ben 8024.

Naturalmente i temi sono: casa nuova, famiglia, ricette gustose. Le interazioni variamo moltissimo, con un range che parte da poche migliaia fino a più di 50.000. Eppure, anche nelle espressioni della quotidianità…

Nel post in cui brinda con uno spritz durante la quarantena, realizzato per distrarre e far vedere, è il caso di dirlo, il “bicchiere mezzo pieno”, troviamo a fine testo un altro shoutout. E a quale profilo business, se non a quello della più famosa marca italiana di alcolici e sinonimo di aperitivo! E brava Chiara.

Bene, vi abbiamo detto veramente tutto su Chiara Maci e il suo Instagram.

Se l’argomento vi ha incuriositi, potrete scoprire qualcosa di interessante qui.