Come guadagnare con Instagram. #money

Come guadagnare con Instagram. Segreti e strategie per avere successo ed essere al top sul social media top, fare community, e trasformare la propria presenza in un business. In una parola, anzi, in un hashtag… #money

Come guadagnare con Instagram. (Perché fare) #money

Li chiamano instagrammer, la nuova generazione di ricchi e famosi del web. Sono delle vere star, ricchi, belli, non necessariamente talentuosi, e qualsiasi cosa facciano diventa trend. Si promuovono vivendo solo della propria immagine, facendo da testimonial anche per brand e aziende che attraverso di loro si pubblicizzano.

Loro pubblicano foto e stories, in tantissimi li seguono, risultato: #money. Non c’è molto da girarci intorno. Il parterre di questi influencer è estremamente vario, un po’ come un circo: c’è chi si occupa di make up, chi di moda e stile, chi di cucina (la cucina oggi non può mancare da nessuna parte), chi di musica e cinema o serie tv, chi fa tutorial sulla qualunque e chi, semplicemente, si fa guardare.

La vera domanda che tutti si fanno prima o poi, a proposito di questo fenomeno, è sempre la stessa: Perché? O meglio, come è possibile che intorno a tutto ciò si crei così tanto interesse, tale da attirare anche grandi realtà aziendali come api sul miele? 

Guadagnare con Instagram… Ma quanto mi segui!?

Quante volte vi sarà successo di vedere qualche servizio televisivo in cui venisse intervistato un instagrammer di successo? Oppure, scrollando il feed del vostro account Instagram, vi sarete imbattuti in qualche post consigliato.

Fino a quando non sono cambiate le regole, ed era dunque possibile che un utente non proprietario di un profilo potesse visualizzare il numero di like, sarete rimasti di sasso di fronte alle cifre raccolte da alcune foto di certi personaggi. Vi sarete almeno una volta messi le mani sulla fronte con un ‘espressione tra l’incredulità e un pizzico d’invidia.

Perché Instagram e i social sono una miniera d’oro?

C’era, in un tempo molto molto lontano, il miraggio idealistico e un po’ ingenuo di una rete globale accessibile sempre e a tutti in modo gratuito, dove fosse possibile il libero scambio. Tutti ci navigavano dentro in piena libertà, acquisendo nuove conoscenza su tanti fatti e argomenti e… facendo conoscenza con qualcuno! Vecchi amici perduti da tempo si ritrovavano, nuove amicizie, o perfino amori, nascevano!

Facebook, YouTube, Instagram, significavano per tutti divertimento, informazione, interazione, e niente di più. Ma vi siete mai chiesti perché questa accessibilità sia gratuita? La risposta, in una parola sola, è: Informazioni. In realtà ogni volta che creiamo un nuovo profilo e lo teniamo aperto e attivo nel tempo, paghiamo con una moneta che ha tanto più valore rispetto ai soldi; i nostri dati sensibili.

Tutte queste informazioni viaggiano mentre noi raccontiamo esperienze, viaggi, pensieri intimi, e condividiamo foto, video, meme, oppure giochini online, o magari scopriamo “noi stessi” in test che ci lusingano sempre. E cosa fanno?

Guadagnare con Instagram e gli altri social. Cosa si fa con i nostri dati?

In breve, creano la nostra storia, parlano molto meglio di noi di come potremmo fare noi stessi. In altre parole, veniamo profilati. Cominciamo ora a intuire cosa voglia dire guadagnare con Instagram… anche se dal punto di vista di qualcun altro che non siamo noi.

come guadagnare su instagram. #money-visibility reseller
Come guadagnare con Instagram. #money- Visibility Reseller

Certo, perché sapere quali sono le nostre abitudini, i nostri gusti, quali interessi manifestiamo mettendo like e follow a quali pagine a tema, può essere utile a una sola cosa. Nel marketing viene chiamata “conversione”: ossia la possibilità di trasformare una persona da semplice utente e “navigatore” libero e felice di condividere… in consumatore.

Va detto che ognuno di noi, chi più chi meno, è una piccola impresa personale sui social media. Che sia su Instagram o su un altro network, l’obiettivo è vendersi in qualche modo. 

Non ci si riferisce per forza a chi utilizza gli strumenti business investendo un plafond anche minimo per promuovere le cose che pubblica e ottenerne più visibilità, né a chi utilizza tali strumenti per vendere realmente un suo prodotto o servizio. No. Basta guardare semplicemente chi, nel quotidiano, pubblica in maniera costante.

Guadagnare con Instagram. Quando il prodotto si chiama vanità

Soprattutto chi posta foto e video dove non conta assolutamente nulla altro se non se stessi. Non il posto visitato, non gli amici o i familiari ritrovati, non l’evento, ma solo la propria immagine. Si capisce immediatamente chi lo fa con questo spirito, e sono in molti. Anzi, sarebbe più corretto dire “siamo” in molti, non trovate?

Se ormai è piuttosto chiaro ed evidente che le aziende raccolgano dai social media i nostri dati e la nostra mappatura degli interessi e delle abitudini per fare marketing, è altrettanto chiaro ed evidente un altro elemento: siamo tutti complici. Ognuno di noi è il proprio prodotto, c’è semplicemente chi ha intuito la strada giusta per venderlo sul serio, creando il proprio business. Tutto ciò vi potrà suonare provocatorio, ma è semplicemente vero.

Guadagnare con Instagram. Moneymaking sui social vuol dire follower

Come si misura il proprio successo nel mondo liquido dei social network? La risposta non può certo essere “i dati di vendite”, oppure “l’ultimo sondaggio di mercato”. Non funziona in questo modo. Se la fonte di ricchezza che attira business per produrre poi ricchezza reale sono le persone, la soluzione al quesito viene da sé: i follower!

A questo punto, stimolata sempre di più la curiosità e per il meccanismo del “domanda chiama domanda”, ora il vostro grande dubbio sarà: sì, d’accordo, ok, ma, esattamente quanti follower per potermi considerare di successo e guadagnare!?

La risposta può lasciarvi di sasso perché… Non c’è una risposta! Certo, anche il marketing non è una scienza esatta. per la verità, la scienza è inesatta per natura, in tutti i suoi campi: si basa sull’esperienza e l’osservazione nel tempo. Questo significa in pratica che tutto dipende dal singolo caso.

Come guadagnare con Instagram. Fare #money con quanti follower?

Appare abbastanza ovvio che se le mie proporzioni sono da azienda media, o da multinazionale, oppure rappresento una specie di indotto che crea lavoro come lo sono le star dello spettacolo, allora mi serve un certo numero di follower su Instagram. Se invece cerco di monetizzare partendo da zero perché mi sto creando adesso la mia identità digitale, allora avrò necessità di un’altra quantità di seguaci.

Naturalmente, raggiungere e acquisire i follower significa attirare la loro attenzione e poi saperla mantenere viva. Le persone devono essere sempre interessate a interagire con i vostri post e le varie pubblicazioni o le dirette che farete. La loro attività e l’engagement, non solo il loro numero, farà la differenza per il vostro profilo e attirerà dei possibili sponsor.

Per fare tutto questo, sarà importante creare un vero e proprio piano di pubblicazioni mirate che abbiano l’obiettivo di fare community intorno a ciò che siete. Per fare ciò, un ottimo modo è sponsorizzare i post, stabilendo di volta in volta un budget e decidendo, con la targetizzazione, dove e a quali persone mostrare le vostre inserzioni. Un ottimo modo, certamente, ma non l’unico.

Come guadagnare con Instagram. Trucchi che pochi conoscono e… onestà!

Mai sentito parlare di “Shoutcart”? Si tratta di una piattaforma che permette agli influencer di vendere direttamente ai brand degli shoutout (tag che portano gli utenti di qualcuno verso un altro profilo, di solito, appunto, un account di azienda/brand). Un instagrammer con i giusti numeri può anche considerare “Fohr Card”, una vera e propria card che connette tutti i profili creati per i vari social mostrando ai brand che visibilità possono raggiungere con noi.

Ma non esiste solo l’opportunità di ampliare i follower e raggiungere i brand per farsi notare da loro da instagrammer. Vi sono altrettante piattaforme che hanno lo scopo di creare affiliazioni dirette, come ad esempio fa Amazon, che offre una commissione del 10%

In ogni caso, come molti influencer Instagram confermano, quello che paga in questi casi è l’onestà verso i follower: usate l’hahstag #sponsorizzato. Ma se IG è nato per la condivisone di fotografie, è anche da qui che potete guadagnare, molto semplicemente: vendendo le vostre foto su dei marketplace come “500px” oppure “Twenty20”.

Siamo sicuri di avervi appassionati a scoprire come guadagnare su Instagram.

Se l’argomento vi ha incuriositi, potrete scoprire qualcosa di interessante qui.

Visibilitymagazine.it non costituisce in alcun modo una testata giornalistica. Tutti i diritti sono riservati – Cookie policy

Giulio Tavella – Partita iva: 02551040997