Cristina Parodi su Instagram

cristina parodi su instagram-visibility reseller

Cristina Parodi su Instagram, uno strano binomio, vero? Molti di voi si staranno già sicuramente chiedendo: che cosa c’entra una giornalista così istituzionale, giovane e bella sì, ma non più giovanissima (forse) e soprattutto per niente esibizionista o presenzialista, con i social media?

Se avete questo dubbio, forse sfugge qualche piccolo passaggio a proposito di chi o cosa crei community su Instagram ed i social network in generale. Perché, per fortuna, talento, sostanza e garbo sono per molti ancora dei valori collanti ed una buona ragione per diventare follower. Scopriamo di più! 

Cristina Parodi e il suo Instagram

Partiamo dai numeri: consideratelo una sorta di omaggio alla lunga e onorata carriera giornalistica della avvenente Cristina, volto amato e conosciuto dell’informazione televisiva, di quelli davvero rassicuranti per gli spettatori, fin dai tempi del primissimo TG5 delle reti Mediaset capitanato dall’illustre Enrico Mentana.

Proprio con piglio giornalistico, guardiamo da subito i numeri Instagram: 441.041 follower che ogni giorno animano 1511 post, mentre Cristina, a propria volta, segue altri 228 profili. Parlando di un volto benevolo e ascrivibile all’area “senior” della TV, ancor più istituzionalizzato dal suo passaggio in RAI, avere un numero di seguaci di poco inferiore al mezzo milione è un ragguardevole risultato. Ma andiamo oltre e scopriamo altro sul profilo di Cristina Parodi.

Scorrendo le sue informazioni generali, scopriamo immediatamente quanto la Parodi sia ad oggi la persona impegnata e di spessore che ha sempre confermato di essere. Il primo segno evidente di tale impegno lo evidenzia su Instagram qualificandosi subito come “Ambasciatrice di Cesvi per i diritti umani e lo sviluppo sostenibile.”  Il Cesvi, lo ricordiamo, è una lodevole onlus impegnata per il rispetto dei diritti umani in tutto il mondo.

Cristina Parodi, una influencer “in cerca di storie da raccontare”

Sì, è questa la poetica quanto azzeccata sentence che la Parodi ha scelto per cominciare a parlare di sé fin dalle prime info account. Per la precisione, sotto il proprio nome e cognome, scrive “Alla ricerca di storie da raccontare”. Una sintesi perfetta di ciò che significa essere un comunicatore, ancor più di cosa voglia dire essere un giornalista.

L’URL di riferimento, nel segno di questo impegno e della voglia di essere qui e ora, è proprio quello della onlus prima citata, il Cesvi. Nello specifico, si tratta della sezione relativa alle donazioni per aiutare il personale sanitario nella lotta al Covid-19. In particolare, l’assistenza diretta alla fascia della popolazione più debole e maggiormente colpita fin da subito, ossia gli anziani. 

Insomma, Cristina Parodi, laddove molte altre influencer hanno fatto più opera di distrazione e sostegno morale e psicologico attraverso vide messaggi o tutorial, ha invece scelto la via più concreta che più si confà a chi è da sempre in prima linea nell’informazione.

Cristina Parodi su Instagram, oltre all’impegno c’è di più!

Tanto impegno lo troveremo poi ben declinato anche nella gestione dei post, ma continuando ad osservare ancora un po’ le informazioni generali scopriamo altro. 

Apprendiamo infatti che Cristina è co-fondatrice della Crida.Milano. Ma di cosa si tratta? Un sito di e-commerce di abbigliamento femminile, eppure non soltanto questo.

Cristina Parodi su Instagram- Visibility Reseller
Cristina Parodi su Instagram- Visibility Reseller

“Crida”, innanzitutto, nasce dall’unione tra due nomi. Uno, naturalmente, è Cristina Parodi, mentre l’altro è Daniela. Semplicemente Daniela, che si presenta solo con il nome, come mamma, e poi successivamente, come PR e stilista. La donna di comunicazione, la Parodi, e la donna “di sartoria”, Daniela.

Ruoli diversi, vedute diverse sul dressage, che insieme uniscono il denominatore comune della femminilità per creare una narrazione della donna. Non solo abbigliamento, dunque, ma comunicazione.

Una comunicazione che si estende con i medesimi parametri valoriali anche all’Instagram di Cristina Parodi. 

Cristina si mostra nelle foto con semplice eleganza e in momenti anche familiari. Non manca di raccontare “le cronache del tempo” anche con una fotografia significativa. Ad esempio, ecco fresco fresco di pubblicazione il post dove la ritroviamo ospite dello show del brillante e giovane conduttore Sky Alessandro Cattelan, accomodata proprio alla famosa scrivania di EPCC (“E poi c’è Cattelan). Quasi 600 like nei primi 10 minuti!

Cosa pubblica Cristina Parodi su Instagram?

Subito dopo l’ultimo post relativo alla sua ospitata da Cattelan, Cristina Parodi ha pubblicato il suo omaggio all’artista concettuale Christo, recentemente scomparso. L’autore dell’installazione “Floating pears” (il ponte galleggiante sul lago d’Iseo) è stato omaggiato anche dalla nostra Cristina attraverso la pubblicazione di una foto ricordo della conduttrice durante una visita proprio su quell’opera d’arte. Per lei 7372 like in tre giorni.

La sensibilità e l’attenzione che dimostra riesce evidentemente a toccare da vicino e nel profondo chi ha scelto di seguirla. Infatti, ottiene ben 17700 views il video, anche questo di recente pubblicazione, per il sostegno agli ospedali di Bergamo. Nella clip, a cura del Cesvi e condivisa dalla Parodi, la toccante testimonianza degli operatori al fianco degli anziani.  

Sempre alla sua Bergamo, Cristina ha dedicato anche un post con un scatto mozzafiato della città vista dall’alto. Qui il testo dell’immagine che ha raccolto 5140 like:

Città alta vista dall’ alto sembra il cuore di Bergamo che ha ricominciato a battere ❤️”

Subito sotto, le fa eco la bella showgirl, conduttrice e modella Federica Fontana, “special guest” in cima ai commenti, con un semplice ma esplicito “Vero ❤️.

Cristina Parodi per Grazia, su Instagram

Si intitola “La forza delle donne” il numero del magazine al femminile “Grazia” con il quale Cristina Parodi posa in terrazza, con il braccio nella classica posa macho (come il personaggio di Popeye), indossando un elegante abito a pois della sua linea “Crida”. Lo shoutout del post rimanda ai profili della rivista e della sua capo redattrice Silvia Grilli.

Cristina non manca mai di sottolineare come l’impegno, la dedizione e la capacità di saper raccontare con semplicità e spirito di presenza nei fatti siano per lei non solo una cifra professionale ma uno stile di vita. Lo dimostra anche in questo post da 6079 like. 

Eppure, come sempre capita a chi è pubblicamente esposto, non mancano i commenti fuori luogo di chi, ne siamo certi, in un confronto diretto fingerebbe in tutti i modi che il proprio profilo sia stato hackerato giusto il tempo di scrivere quella frase infelice. Frase, che nel caso specifico è stata: “ti sei invecchiata e sei gobba”.

Cristina Parodi, arte e cultura per aiutare la città, anche su Instagram

Non manchiamo di sottolineare, a proposito della gentilezza e del garbo femminile e di come siano sinonimi di vera forza, che l’impegno e l’affetto di Cristina Parodi per Bergamo non si è fatto vedere e sentire solo nei post o in molte delle sue stories.

Tra le sue pubblicazioni abbiamo trovato quella relativa al progetto “Rinascimento Bergamo”, sostenuto sempre dal Cesvi insieme ad Intesa San Paolo allo scopo di donare 10 milioni a fondo perduto per piccole e medie imprese.

L’arte e la cultura che diventano attuali: l’immagine scelta per il post, non a caso, è stato il ritratto del Moroni “Il sarto”, simbolo attualissimo di quel mondo imprenditoriale e artigianale che va sostenuto dopo una chiusura forzata tanto lunga.

Se l’iniziativa di per sé sembra stia avendo successo, la scelta così “alta” da parte di Cristina rispetto all’immagine artistica scelta da lei su Instagram per parlare di “Rinascimento Bergamo” non ha pagato molto rispetto al suo potenziale: “solamente” 717 like. Chissà, se magari avesse scelto un altro tipo di sarto, non dipinto, ma carne e ossa… e addominali. Ahimè, anche questo è Instagram.

Ora sì che via abbiamo spiegato cosa significa fare comunicazione su Instagram in un modo diverso ma possibile, come lo fa Cristina Parodi.

Se l’argomento vi ha incuriositi, potrete scoprire qualcosa di interessante qui.

 

 

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Visibilitymagazine.it non costituisce in alcun modo una testata giornalistica. Tutti i diritti sono riservati – Cookie policy

Giulio Tavella – Partita iva: 02551040997