Ultimo su Instagram

ultimo instagram-visibility reseller

Ultimo, ovvero, come essere influencer nonostante tutto. Sì, perché se state cercando la classica giovane web star, allora guardate altrove. Cantautore romano della giovane scena indie, oggi è famoso e richiesto soprattutto perché il suo nome ed il suo volto si ritrovano ad essere associati ai talent show televisivi.

Chiariamoci, questo perché è stato lui, di sua sola e unica volontà a volerci provare. Ma in questo caso, finalmente, abbiamo a che fare con della vera, autentica sostanza. Un ragazzo critico, forse a volte troppo, si potrebbe obiettare. E soprattutto un artista. Scopriamo tutto di lui e di cosa fa su Instagram, dove a seguirlo sono ben 2.925.115 follower!

Cosa fa Ultimo su Instagram?

Volete sapere cosa fa su Instagram? Bene, in omaggio al modo molto diretto e senza convenevoli che lo contraddistingue, da buon cantautore indipendente, ve lo facciamo leggere. Appena il 4 maggio scorso, in un lunghissimo post con testo incorporato nell’immagine, un esplicito “bianco su nero”, il cantastorie e poeta originario di San Basilio, quartiere romano, scrive:

“Oggi avremmo dovuto iniziare le prove per 15 stadi. Questa situazione ha spazzato via ogni nostra ambizione. Sono stato un anno a prepararmi fisicamente, mentalmente e vocalmente. Ora? Ora si parla di distanziamento sociale e numeri contingentati. Argomenti così crudi. Ricevo molti messaggi sul fatto che io non mi esponga sulla vicenda, in effetti avete ragione.”

Entrando nel vivo della faccenda, Ultimo prosegue:

“Io non so fare quello che vi supplica di indossare la mascherina o di stare attenti ai contatti fisici. Per quello ci sono già troppi a farlo in TV ed io non ho le carte in regola per poter risultare credibile dicendolo/Non canterò in qualche diretta o in qualche trasmissione per dimostrare quanto sia bella la musica che unisce le anime. No/So che questo è il momento per chiudersi un po’ dentro di noi…”

Che lo si ammiri per voler essere soltanto sé stesso, o che lo si biasimi per una scelta che può effettivamente risultare soltanto l’egoismo di un ventiquattrenne impulsivo, Ultimo resta sempre fuori dal coro. E a pensarla come lui sono almeno in 393.487, tanti i like al post.

Ultimo e tutto quello che c’è da sapere su Instagram

La foto scelta per il profilo è perfetta, evocativa di ciò che il cantautore romano è davvero. Un’immagine in bianco e nera, un grido che sembra voler risolversi da un momento all’altro in una fragorosa risata liberatoria.

Ciò che è la musica, in fondo, qualcosa di creativo e liberatorio. D’accordo, forse i più nudi e puri avranno a che dire che la posa appartiene all’immaginario rock’nroll o forse anche meglio al punk. Ma alla base c’è la stessa idea di introspezione, non importa se dolorosa o pericolosa.

Ultimo su Instagram- Visibility Reseller
Ultimo su Instagram- Visibility Reseller

Il suo user è ultimopeterpan, in riferimento al suo album del 2018 “Peter Pan”. Forse il suo disco più significativo, o per lo meno il primo ad esserlo. Si tratta infatti dell’album preceduto dalla sua partecipazione a San Remo tra le nuove proposte con l’intensa “Il ballo delle incertezze”, toccante e tenerissimo pezzo autobiografico sull’impaccio e la timidezza di un adolescente che non si sente accettato.

Il pezzo arrivò primo vincendo anche il “Premio Luezia” per il miglior testo. Ma a parte il legame con il disco (ed il brano), legare il proprio nome a quello di Peter Pan significa per Ultimo stabilire anche un legame di sincerità e purezza, un vero patto, con il suo io bambino.

Ultimo, “Pensieri” e story…

Ultimo ha una sola story, una soltanto, intitolata “Pensieri”. E qui, tanta poesia e tanto romanticismo sul cantautore contro corrente e indipendente s’infrange come un’onda sugli scogli.

A ben guardare “Pensieri”, verrebbe quasi da dar ragione a chi lo critica apertamente, anche sotto i suoi post, per essere un ragazzo (o ragazzino…) piuttosto presuntuoso. Ma, perché? Che cosa c’è, in definitiva, in questa story?

Avete presente quei meme, quelli che di solito è più comune trovare ancora in giro su Facebook piuttosto che su Instagram, condivisi a raffica da ragazze adolescenti o nostalgici over-50?

C’è l’immagine di una persona assorta a contemplare lo scenario posticcio in cui viene photoshoppata da una mano maldestra, accompagnato da quella che, se fosse una frase singola, potrebbe anche andar giù. Peccato che nella maggior parte di questi casi, si tratti di interi “poemi”! Frasi lunghe, spesso prive di punteggiatura, unite dal comune denominatore del qualunquismo sui sentimenti e la vita, come fossero verità inconfessabili e rivelatrici. Ecco, i “pensieri” di Ultimo sono esattamente così!

Ultimo, che cosa non va nella story

Se ancora non vi fosse bastato il paragone, non proprio lusinghiero, che vi abbiamo offerto per avere un quadro chiaro di ciò che in effetti è la story di Ultimo, vi diamo qualche altro ragguaglio tecnico.

Anzi, partiamo proprio dal concetto in sé. Quanto sarebbe bello se un musicista, una popstar quale in effetti egli oggi è, visto che ha conquistato l’ascesa agli stadi, utilizzasse ogni volta una sola, breve frase tratta da un suo testo. Parliamo di qualcuno che scrive da sé da quando era per lo meno un adolescente!

D’altronde questa riflessione ci offre lo spunto per un’altra idea: perché un ragazzo così tanto giovane, per quanta profondità emotiva abbia fino adesso dimostrato nella propria musica, dovrebbe scegliere di pubblicare come sua unica storia Instagram un insieme di frasi nelle quali presume di pote affermare verità che si conquistano in una vita?

Se dunque tutto ciò non risulta necessario, ancora meno lo sono le carenze tecniche. Tanto per cominciare alcuni font, esattamente come nei famigerati meme per adolescenti e nostalgici over-50 di cui sopra, sono spesso eccessivi, troppo ricchi, o peggio, sovraccaricati dal “bold” tanto da risultare illeggibili.  In secondo luogo, c’è spesso una dimensione del carattere inadeguata per cui nemmeno il più severo degli oculisti utilizzerebbe uno di questi “Pensieri” per sottoporre qualcuno al test per il rinnovo della patente. 

Per concludere, e qui forse saremmo noi troppo puntigliosi, abbiamo notato che “La musica per me è una condanna A CUI non so fare a meno…” . Perdonate se adesso potremmo sembrare dei “nazi-grammar”, ma neppure noi possiamo fare a meno di un sano “Di cui non so”. Se le canzoni gliele scrivesse qualcun altro ci si potrebbe anche passare, ma…

I post di Ultimo su Instagram

Ultimo posta molte sue foto in cui, nonostante la mancanza di un fisico da modello, ma non è quello il suo lavoro, si mette spesso in mostra, forse più per lasciar vedere i tatuaggi. In generale, ovviamente, pubblica molti video. L’engagement per lui viaggia sempre sulle centinaia di migliaia di like, e quando si parla di views per le sue clip, arriviamo al milione e più.

Ad esempio, foto e video del suo viaggio in Mali a seguito dell’UNICEF, vanno da 408.000 like per la foto a 1,300.000 views per il video. 

A proposito di video, il suo ritorno dopo un lungo silenzio per quel guardarsi dentro annunciato il 4 maggio scorso, è avvenuto proprio con una clip dieci giorni dopo. Qui, con l’immancabile petto nudo, si esibisce semplicemente al pianoforte, facendo la cosa migliore che può: lasciar parlare la musica e le sue parole.

In questo caso, come fa spesso, Ultimo canta per raggiungere e condividere con chi come lui porta dentro una fragilità emotiva che spesso diventa autodifesa dal mondo, quando tutto si amplifica nel sentire e l’esistenza si fa troppo pesante.

Questa è la vera qualità di Niccolò ( il suo vero nome). Ciò che genera valore e crea community intorno a lui è proprio saper dar voce a chi ha quell’animo, spesso, troppe volte, lasciato indietro dalla frenesia dei rapporti sociali, come… un ultimo.

A questo punto il viaggio nel cuore di Ultimo e del suo Instagram si può dire concluso.

Se l’argomento vi ha incuriositi, potrete scoprire qualcosa di interessante qui.

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Visibilitymagazine.it non costituisce in alcun modo una testata giornalistica. Tutti i diritti sono riservati – Cookie policy

Giulio Tavella – Partita iva: 02551040997