Come aumentare follower Instagram? Seguici!

aumentare-follower-instagram-visibility-reseller

Come si può riuscire ad aumentare follower Instagram e diventare popolari?
Se hai aperto questo articolo probabilmente te lo sarai chiesto almeno una volta.

Perché vuoi aumentare follower Instagram?

Le ragioni che possono spingerti a volere aumentare i follower su Instagram possono essere diverse. Dunque, per avere un buon punto di partenza è necessario prima chiedersi il perché. La risposta a questa domanda permette anche di capire la seconda cosa più importante: a che tipo di persone vogliamo arrivare? Ma procediamo con ordine.

Più follower. Vanità o necessità?

La domanda adesso te la rivolgo io, anche se potrà sembrare un po’ troppo diretta. Certamente il quesito è importante. La tua risposta sincera ci farà arrivare subito al cuore della questione per procedere poi nella maniera corretta: tu chi sei?

Chi sei?

Un utente che sta entrando ora nel mondo social e vuole mettersi in mostra? Oppure una realtà aziendale giovane e in crescita, che capisce bene la necessità imposta dal presente di essere attivi in maniera intelligente sulla rete?

O ancora, aspiri a diventare un influencer per monetizzare la tua presenza e le tue azioni su Instagram? Dunque, vanità o necessità? Come puoi capire dalle domande, spesso le due cose vanno anche di pari passo. Anzi, credo che cominci a diventare già chiaro che esercitare vanità e un pizzico di esibizionismo paghi… se sai farlo.

Certo, per aumentare i follower su Instagram bisogna sapersi muovere in modo intelligente, così da rendersi appetibili a possibili sponsor.

Un esempio dal passato

Ancora una volta, visto che i social di oggi sono i figli evoluti dei media di ieri, un ottimo esempio di ciò di cui parlo viene dal passato. Non dobbiamo nemmeno tornare così tanto indietro nel tempo. Un nome su tutti: Michael Jackson! Un concentrato vivente di puro talento, un vero uomo di spettacolo che ha saputo fare delle sue capacità un’esibizione permanente.

In quel caso, l’esibizionismo e la vanità erano più che giustificate dalla bravura, ma anche da un certo modo di fare molto spontaneo e innocente. Tutto questo lo ha reso ambito uomo-immagine per una famosissima bibita gasata…

Volendo, la lista è ancora lunga. Chiudiamo però questa parentesi indietro nel tempo pensando sempre all’ambiente musicale. Il mondo del rap e dell’hip hop, la cultura metropolitana dei sobborghi americani, dei ghetti afroamericani.

Quando questo fenomeno “black” è arrivato al successo durante gli anni 80 con prepotenza, artisti del genere come i Run DMC erano ormai tra i più programmati su MTV. Da quel momento anche loro sono stati ben più che testimonial.

Esibendosi e apparendo in televisione, i rapper si sono poi trasformati anche in imprenditori, allargando i propri interessi anche al campo della moda. Ora sappiamo da dove vengono le idee di Brithney Spears o Fedez!

Torniamo al presente. Instagram oggi, più follower domani!

Torniamo al presente. Siamo nel 2020, nell’epoca dei nuovi media e di un nuovo mercato che si muove veloce. Abbiamo compreso insieme l’importanza di essere presenti in modo intelligente sui social per monetizzare. Ci siamo resi conto che per farlo è importante anche capire come mettersi in mostra.

Siamo già arrivati a una prima importante conclusione: anche se non sei un’azienda, puoi diventare attraente per uno o più brand di un certo settore mettendo in mostra il tuo talento. Se non sei un attore, oppure un cantante o un artista di qualsiasi genere, anche ciò che fai nel quotidiano e la tua professione possono creare interesse e curiosità per il pubblico social.

Pensate a Salvatore Aranzulla, che ha trasformato le ben note abilità da giovane informatico ed esperto della rete anche nella sua immagine vincente, diventando una vera web star!

Senza aspettare ancora, andiamo a scoprire insieme quali sono gli step vincenti per fare di ciò che siamo qualcosa di speciale e affascinante per aumentare la nostra visibilità, il consenso, le interazioni ai post e, naturalmente, i seguaci.

Aumentare i follower su Instagram. Oltre le foto c’è di più!

Qual è la prima cosa, la più spontanea e istintiva, che vi viene in mente quando pensate a Instagram? Guardate bene il simbolo di questo social. Osservate attentamente il logo.

Di che cosa si tratta? Anche i più giovani di voi, cresciuti a pane e smartphone con una, due, tre o più fotocamere integrate lo riconosceranno. Sì, esatto, una cara, vecchia macchina fotografica!

Questo perché il canale Instagram nasce principalmente per la condivisione di foto e stories fotografiche di breve durata. Un ruolo che oggi sta svolgendo soprattutto Pinterest, anche se con uno sguardo più attento alle aziende. La sua natura di base resta però chiara ancora oggi. Per questo motivo, la prima cosa da curare su IG sono le fotografie.

Sul come fare, basta scorrere il feed e prendere ad esempio ciò che è più in trend al momento. Quel che funziona al meglio sono i dettagli, i primi piani. Abbiate però la stessa cura anche con la scelta dei filtri. Sono molto importanti!

Oggi, per fare un esempio, può essere considerato più trendy un effetto caldo con leggere sfumature. Domani potrebbe diventare più di moda un blu Denim che renda l’immagine fredda.

Insomma, Instagram adesso è molto più che esibizionismo fotografico. Ma uno scatto curato è e sarà sempre il vostro biglietto di presentazione!

Fratelli (quasi) gemelli: sincronizza Instagram a Facebook

Quando state completando la vostra iscrizione a Instagram, fate subito in modo da collegarlo al vostro account Facebook. In questo modo avrete sincronizzato automaticamente le pubblicazioni. Non avete Facebook perché pensate che oggi sia roba da “over”!? Errore!

Il perché di questa affermazione ha una data: 9 aprile 2012. Quel giorno, il giovane fondatore e CEO di Facebook, Mark Zuckerberg, annunciò l’acquisizione di Instagram per un totale di 1 miliardo di dollari. Un super investimento!

Pubblicare contemporaneamente su entrambi i social, ormai diventati fratelli (quasi) gemelli, significa aumentare le chance di raggiungere un pubblico ancora più vasto, sia nella quantità sia per quanto riguarda il dato anagrafico. Lo sapevate che almeno il 30% e più degli utenti Facebook ha anche un account Instagram? Sicuramente chi sarà vostro follower su un social lo diventerà anche sull’altro!

Come Facebook ha cambiato Instagram

A proposito della strategia di sincronizzare i propri account Facebook e Instagram, è doveroso capire anche che cosa è cambiato su IG da quando è stato comprato da “faccia-libro”. Anzi, sarebbe meglio parlare di scambio fra i due social. Tanto per cominciare, c’è oggi la possibilità di realizzare stories su entrambi i canali. Ancora più importante è il fatto che sia Facebook che Instagram danno modo di sfruttare lo stesso meccanismo di sponsorizzazione dei post!

Sponsorizzare i post per aumentare i follower su Instagram

Come su Facebook, anche su Instagram c’è oggi la possibilità di sponsorizzare i post: scegliete quale vostra pubblicazione promuovere; selezionate delle località geografiche da raggiungere; decidete età e sesso del pubblico; impostate il tipo di persone da cui farvi vedere in base ai loro interessi. Naturalmente, alla fine, stabilite un budget e un tempo di durata. La sincronizzazione vi darà la possibilità di mostrare il post in promozione su tutti e due i social.

Una volta finita la promo, potrete anche leggere le statistiche. Sarà proprio dall’analisi finale che capirete com’è andato l’investimento, così come “correggere il tiro” per il futuro. Vi ricordiamo, cosa molto importante, che ogni sponsorizzata durerà per quanto tempo vorrete, ma sempre in base alla cifra investita.

Seguimi che ti seguo. Se vuoi aumentare i follower su Instagram… followa!

Quello che sto per dirti ora viene molto, troppo spesso non preso nella giusta considerazione. Ancora una volta ti spingo a ragionarci su con una domanda: da che cosa vengono tutte quelle che chiamiamo interazioni? Cioè, like, commenti, condivisioni, da cosa vengono prodotte veramente?

aumentare follower instagram -visibility reseller

In molti casi avere una bella immagine, oppure un prodotto ben presentato e che sapete anche comunicare, può non essere sufficiente. Il fatto di trovarci tutti dietro il monitor di un PC o un cellulare non vuol dire che non esistano più rapporti e scambi. Sì, esattamente: è sempre importante stringere relazioni sui social.

Se avete capito cosa avete da proporre e a chi su Instagram, cominciate a mettere voi like, commenti o a fare condivisioni ai post di chi c’è già da più tempo e ha un nome. Anzi, seguitele proprio quelle pagina.

Il miglior modo di essere ripagati per aumentare i follower su Instagram è… diventare un follower! Si fa sia tra personaggi che tra aziende. Fidatevi, funzionerà sicuramente!

A proposito di ricambiarsi a vicenda con il follow

Se volete ottenere il massimo dalla strategia di seguire per essere seguiti, provate a scrivere nella barra di ricerca l’hashtag #firstpost… Instagram vi mostrerà una lista di utenti che hanno fatto da poco la loro primissima pubblicazione. I “novellini”, come succede un po’ in tutti i campi, sono sempre i più entusiasti, eccitati dalla novità. Per questo sarà più facile che ricambino un’interazione oppure la richiesta di essere seguiti!

Hashtag #hashtag. Quanto sono importanti per il tuo successo su Instagram?

Se c’è una cosa che il grande mondo della rete ci ha insegnato è l’importanza delle parole-chiave. Per Google, che oggi è diventato molto più che un motore di ricerca, sono le keywords. L’uso delle parole giuste è l’azione fondamentale.

Saperle trovare, sfruttandole nella maniera corretta, significa essere più visibili a chi naviga. In pratica, farsi trovare prima di altri e da più persone!

Siamo quindi arrivati al cuore di tutte le strategie e gli strumenti di Instagram: gli hashtag

Di solito i più popolari a oggi sono, tra gli altri, #instagood oppure #picoftheday. Nel momento in cui andrete a scriverle vi comparirà un pop up a tendina con tutte le varianti di quella parola e il corrispondente numero di condivisioni . Ricordate di non riempire un post con troppi hashtag e usare, oltre a quelli generici, anche alcuni più specifici, vicini alla vostra identità, al vostro settore o, comunque, all’argomento del post.

Adesso, buona fortuna per aumentare i follower su Instagram!

Se l’argomento vi ha incuriositi, potrete scoprire qualcosa di interessante qui .

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Visibilitymagazine.it non costituisce in alcun modo una testata giornalistica. Tutti i diritti sono riservati – Cookie policy

Giulio Tavella – Partita iva: 02551040997